Fragole della Basilicata, un'opportunità di reddito per l'agricoltore E-mail
25 Mar, 2010 at 06:30 PM
C'è un intenso lavoro di miglioramento genetico pubblico e privato a monte del dinamico panorama varietale della fragola. Un esempio viene dal Metapontino, area dove si concentra la produzione lucana di fragole, dove si è attivata un'attività pubblico-privata cofinanziata dall'azienda Piraccini Secondo di Cesena. Nell'ambito di questo programma sono in corso le valutazioni finali con i produttori locali di due selezioni in avanzata fase di studio di particolare interesse per epoca di maturazione, produttività della pianta e qualità del frutto. «Grazie alla collaborazione con l'azienda Piraccini Secondo siamo felici di introdurre una nuova varietà, la Pir 5, che è caratterizzata da frutti di elevatissima dolcezza», ha detto nel servizio televisivo Walther Faedi, direttore Cra-Unità di ricerca per la frutticoltura di Forlì, uno dei massimi esperti del settore.

Come per altre specie frutticole di rilevante importanza economica, la fragola è caratterizzata da un dinamico ricambio varietale, potenzialmente interessante in particolare per gli ambienti meridionali. «La ricerca che effettuiamo a Scanzano Jonico è rara nel panorama italiano — ha proseguito Faedi —, perché vede la collaborazione tra un organismo pubblico di ricerca e un'azienda privata. Tutte le innovazioni varietali che la nostra ricerca mette a disposizione vengono vagliate dall'azienda che immette sul mercato solo quello che può soddisfare il consumatore».

Get Flash to see this player.

Archivio video pubblicati

Eventi

Tutte le interviste televisive di Agrilinea pubblicate sui social, piattaforma satellitare Sky e digitale terrestre


Clicca sul banner per collegarti


Facebook



MareTv.eu


Links

Facebook

fieragricola

LSP Multimedia

Vinitaly

Piraccini Fruit Import Export Ortrofrutta

Enama

New Holland

Annunci